da il puntO n.10/2019 di ottobre (leggilo/scaricalo qui)
FERMARE IL MASSACRO DEI CURDI

Da sempre le dittature si nutrono di nazionalismo, che alimentano con il militarismo, l’odio per gli “altri”, l’intolleranza razziale e verso le differenze di ogni genere. Di fronte a un possibile nuovo genocidio, quello dei curdi, non si può semplicemente fingere di imporre alla Turchia di Erdogan delle sanzioni. I curdi hanno fermato l’avanzata dell’Isis, e 'noi'
 li abbiamo traditi. Un tradimento grazie al quale l’occidente viene sostituito sul campo dalla Russia e dall’esercito siriano. L’Europa però non può abbandonare i curdi al loro destino.
Reggerà la tregua concordata fino al 22 ottobre e saranno sufficienti questi pochi giorni a trovare la via perché questa iniqua guerra finisca?
______________________________________________________________________________________ 

In questo numero, inoltre: Il nuovo governo, il gruppo al Senato Psi-Italia Viva, il taglio dei parlamentari, la Fgs, il fine vita, così il codice rosso non funziona, Allende, il lutto per il compagno Dirani, l'assemblea provinciale socialista.

Sei qui: Home Primo Piano ilpuntOn10.2019